Tappa 14

Creazzo – Verona!

Km. 83

700

670

Controllo: 14
VERONA

Villa Guerrina
Via Guerrina, 99
37141 Verona
ARRIVO!

Orari di apertura
dalle ore 21:30 di venerdì 3 giugno alle ore 12:00 di lunedì 6 giugno 2022
Il percorso in breve

Strade secondarie, brevi tratti sterrati, qualche pezzo di ciclabile, dei tratti provinciale su cui occorre prestare la massima attenzione, come la grande rotatoria di innesto fra la SP 35 e la SP 246 fra Castelgomberto e Trissino.

Subito dopo Creazzo, a Sovizzo si piega decisamente verso nord Per raggiungere Arzignano (km 25) scavalcano la collina a Castelgomberto.

Si prosegue prima lungo il Torrente Chiampo, su un argine non sempre piacevole e poi su più comode stradine nei campi. A Montebello Vicentino si rimonta sulla ciclabile del Chiampo ancora per un bel tratto.

Poi, belle stradine secondarie in mezzo ai vigneti ci conducono a Montefortre d’Alpone, Soave (km 48.5), Colognola ai Colli, San Briccio (km 70.5), San Martino Buon Albergo e Montorio–Verona (km 83).

Il percorso potrà subire modifiche. Le tracce definitive saranno inviate a 15 giorni dall'evento. I dati altimetrici sono ricavati automaticamente dal software Outdooractive.

Ambiente e paesaggio

Anche l’ultima tappa offrirà ancora qualche brivido al nostro provato soprassella, e ci farà spremere le ultime riserve dai nostri affaticati quadricipiti, polpacci e glutei.

Non mancheranno tratti di strada bianca e belle salitine con pendenza a due cifre: come quelle per Castelgomberto (km 12), il Castello di Arzignano (km 23). Questo per permetterci di rimanere quasi sempre immersi nel verde delle colline, tenendo a debita distanza la mortificante Pianura Padana. Superiamo di slancio Monteforte d’Alpone per attraversare il piccolo e incantevole borgo medioevale di Soave (km 48.5). E ancora due brevi salite: Colognola ai Colli e la più pepata San Briccio (km 70.5), per poi scendere a capofitto fino a superare San Martino Buon Albergo.

Gli ultimi sei chilometri sono un’ultima carezza alle rigogliose colline da cui siamo partiti: dobbiamo rallentare la pedalata e vivere con estrema profondità questi ultimi metri: saremo per sempre delle persone diverse da quelle che eravamo solo qualche giorno prima, ed è il momento di cancellare la fatica e per lasciare prorompere le emozioni più profonde.

Ed ecco, in uscita da Montorio, Villa Guerrina (km 83). Sembrava un sogno: è realtà.

Play Video

Newsletter

Iscriviti, ti terremo aggiornato sulle novità e sulle informazioni relative all'evento.

Iscrizione