Tappa 09

Tarvisio – Timau

Km. 87

1100

1100

Controllo: 09
TIMAU

Albergo Ristorante da Otto
Via Maria Plozner Mentil, 15
33020 Timau (UD)

 

Orari di apertura
dalle ore 4:30 di venerdì 3 giugno alle ore 22:00 di sabato 4 giugno 2022
Il percorso in breve

Da Tarvisio, subito sulla ciclopista Alpe–Adria. Prima l’importante centro di Pontebba (km 24), poi Chiusaforte (km 37) con il suo accogliente bici grill e Resiutta (km 44).

Al vecchio casello ferroviario di Moggio Udinese (km 48) si è costretti a proseguire per la Statale Pontebbana.

Si sfiora Carnia (km 53) e si attraversa il fiume Fella, per portarsi ora lungo il Tagliamento, prima a Amaro e poi a Tolmezzo (km 64). Qui inizia la Valle del Bût che risaliamo prima per strade secondarie, sul lato sinistro, poi lungo la relativamente poco trafficata Statale 52bis. Subito dopo Paluzza (km 81) raggiungiamo Timau (km 87), fine tappa.

 

Il percorso potrà subire modifiche. Le tracce definitive saranno inviate a 15 giorni dall'evento. I dati altimetrici sono ricavati automaticamente dal software Outdooractive.

Ambiente e paesaggio

Imbocchiamo la bella ciclopista Alpe–Adria, che seguiremo per una quarantina di chilometri, costruita sul sedime di una ferrovia dismessa, tra alti viadotti e lunghe gallerie illuminate.

Toccato il paese di Amaro, finisce la nostra corsa verso sud e si riprende a salire. Si raggiunge in breve la moderna cittadina di Tolmezzo, considerato il capoluogo della Carnia. La Carnia: chi non ne ha mai sentito parlare non sa che cosa si è perso; chi la conosce poco, troverà che approfondirne la relazione sarà sempre fonte di grande piacere. Ambienti, cultura, storia, enogastronomia, persone: non manca veramente niente di notevole a questa piccola regione storico–geografica, essenzialmente montana.

Ora si segue il corso del Torrente But. A Sutrio, ignoriamo il bivio a sinistra per il Passo dello Zoncolan: sarà per un’altra volta. In breve, attraversiamo Paluzza, e raggiungiamo Timau, il paese centrale delle portatrici carniche, figure femminili importanti nella Prima Guerra Mondiale.

Il punto di controllo è presso il Ristorante da Otto: perdere la possibilità di assaggiare qualche specialità gastronomica sarebbe veramente un delitto.

Play Video

Newsletter

Iscriviti, ti terremo aggiornato sulle novità e sulle informazioni relative all'evento.

Iscrizione