600

Tappa 06

Tai di Cadore – Feltre

Km. 88

730

1250

Controllo: 06
FELTRE

Caserma Zannettelli
Viale Giuseppe Mazzini, 104
32032 Feltre (BL)

 

Orari di apertura
dalle ore 22:30 di sabato 4 giugno alle ore 11:30 di domenica 5 giugno
Il percorso in breve

Siamo sulla Lunga Via delle Dolomiti. E dopo la inebriante discesa della Cavallera arriviamo a Perarolo di Cadore (km 8). In scioltezza tocchiamo Ospitale di Cadore (km 17), e poi, al momento con qualche difficoltà, Longarone (km 25).

Ora sempre su strade secondarie, sulla sinistra Piave, fino a Soverzene (km 34).

Ritornati a destra, tocchiamo Ponte nelle Alpi – Polpet (km 39) e entriamo a Belluno (km 46). Inizia il mangia-bevi sulle colline: Ponte Mas (km 56), Santa Giustina (km 70), Cesiomaggiore (km 75). Arrivo a Feltre (km 89), fine tappa.

Il percorso potrà subire modifiche. Le tracce definitive saranno inviate a 15 giorni dall'evento. I dati altimetrici sono ricavati automaticamente dal software Outdooractive.

Ambiente e paesaggio

Ora una scorrevole tappa di mezza montagna, tendenzialmente in discesa, ma con un paio di scollinamenti. Proseguiamo ancora per l’itinerario ciclabile della Lunga Via delle Dolomiti che in breve ci porta sulla vecchia Statale di Alemagna, ora totalmente scaricata di traffico per merito della nuova viabilità veloce. Certamente, i tornanti dell’antica Strada Cavallera, sono uno degli scorci più interessanti. Questi ci fanno calare rapidamente di dislivello fino a toccare il Piave, a Perarolo di Cadore. In morbida discesa, si supera Ospitale di Cadore, Termine di Cadore fino a raggiungere Longarone, con l’incombente scheletro della diga del Vajont, alle sue spalle.

Valicato il Piave, e imboccata una piacevole viabilità minore sul lato sinistro del fiume, si scende fino a Soverzene, con la sua enorme centrale idroelettrica in caverna (ai tempi della sua inaugurazione, 1951, era la più grande d’Europa!).

Si riattraversa il Piave e in breve si raggiunge Ponte nelle Alpi e poi Belluno.

Il percorso, a questo punto, abbandona i corsi d’acqua e contorna le pendici delle Dolomiti Bellunesi toccando una miriade di piccole frazioni e borghi dal sapore antico. Dopo Santa Giustina, attraversiamo Cesiomaggiore, con il suo Museo Storico della Bicicletta (… ho come l’idea che non ci sarà, in questa occasione, il tempo per una visita approfondita …).

E per finire, in comoda discesa, si raggiunge Feltre, dove alla Caserma “Angelo Zannettelli” possiamo concederci una pausa con P maiuscola.

Play Video

Newsletter

Iscriviti, ti terremo aggiornato sulle novità e sulle informazioni relative all'evento.

Iscrizione